IL PUNTO SU NUM.15/2022 – IL BONUS DI 200 EURO SPETTA ANCHE AL PERSONALE IN ESODO NEL FONDO DI SOLIDARIETA’

Bonus 200 euro

Con riferimento al Bonus di 200,00 euro – previsto dal Decreto Legge n. 50 del 17 maggio 2022, cosiddetto “Decreto Aiuti” – spettante a Lavoratori, disoccupati e pensionati, l’INPS con la circolare n. 73 del 24 giugno scorso ha chiarito che lo stesso è riconosciuto anche alle Lavoratrici e ai Lavoratori in esodo e percettori dell’assegno straordinario erogato dal Fondo […]

Continua a leggere

IL PUNTO SU NUM.14/2022 – PART-TIME COSA PREVEDE IL CCNL IN CASO DI FIGLI E FAMILIARI CON GRAVI PATOLOGIE

il punto su 14/2022

Con il rinnovo del CCNL siglato il 19 dicembre 2019 sono state ottenute, per il Personale dipendente del Credito, migliori previsioni in materia di lavoro a tempo parziale, specie per le Lavoratrici e i Lavoratori con figli o familiari invalidi o gravemente ammalati. Ecco di seguito, le due nuove previsioni in favore delle Lavoratrici e dei Lavoratori con figli o […]

Continua a leggere

Il Punto su num.13/2022 – L’abuso nell’utilizzo dei permessi L.104 non legittima il licenziamento

Punto su 13/2022

L’abuso nell’utilizzo dei permessi L.104 non legittima il licenziamento del lavoratore Con l’Ordinanza n. 16973 del 25 maggio 2022, la Cassazione Civile, Sezione Lavoro, ha stabilito che l’utilizzo abusivo, da parte del Lavoratore dipendente, dei permessi ex art. 33 comma 3 della Legge 104/1992 non integra una lesione del vincolo fiduciario con il Datore di lavoro tale da giustificare il […]

Continua a leggere

IL PUNTO SU NUM.12/2022 – TUTELA ART.18 – L’INSUSSISTENZA DEL FATTO NON DEVE ESSERE MANIFESTA

Sentenza Corte costituzionale

PER LA CORTE COSTITUZIONALE AI FINI DELLA TUTELA DELL’ART.18 L’INSUSSISTENZA DEL FATTO NON DEVE ESSERE MANIFESTA La Corte Costituzionale, con la Sentenza n. 125 del 19 maggio 2022, ha precisato che ai fini della tutela dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, per come modificato dalla cosiddetta “Riforma Fornero”, il Giudice non è tenuto a verificare che l’insussistenza del fatto posto […]

Continua a leggere

IL PUNTO SU NUM.10/2022 – L’INDIRIZZO DEL LAVORATORE DEVE ESSERE RIPORTATO CORRETTAMENTE SUL CERTIFICATO

Punto su num.10-2022

Cosa succede se il medico curante sbaglia nell’indicare l’indirizzo per la reperibilità del lavoratore? Il lavoratore, nel chiedere al medico curante di redigere il certificato di malattia per ssenza dal lavoro, deve assicurarsi che l’indirizzo riportato per la reperibilità sia corretto e completo (frazione, contrada e di ogni altro dettaglio utile per consentire l’eventuale visita medica di controllo). Con il […]

Continua a leggere
1 2 3 20